Aprica

Aprica. Sunà da Mars rinviato a sabato 9 marzo

Redazione VN – 29 Febbraio 2024

Aprica, Attualità, Centro Valtellina

Campanacci

II meteo avverso costringe a posticipare la tradizionale manifestazione

A suon di campanacci le contrade di Aprica risveglieranno la primavera

APRICA – La primavera dovrà attendere una settimana in più: a causa delle previsioni meteo avverse, è stato rimandato ad Aprica il Sunà da Mars, posticipato a sabato prossimo, 9 marzo.

La tradizionale manifestazione avrebbe dovuto tenersi questo sabato, ma gli organizzatori hanno preferito rinviare il momento storico e comunitario, strettamente legato alla terra e all’agricoltura, ancora insite nelle radici valtellinesi. Quando la vita era scandita dai ritmi della natura, l’arrivo della primavera significava l’inizio di un nuovo ciclo vitale per i campi, un momento di risveglio atteso con trepidazione dopo le intemperie invernali. Alla fine di febbraio, ogni anno, bambini e adulti mettevano in scena una vera e propria chiamata alla primavera, facendo rumore con i campanacci per far rinascere l’erba.

Lo stesso succederà sabato prossimo ad Aprica, per mantenere vivo il legame con il passato: campanacci e corni risuoneranno tra le contrade fino a convergere in corte verso Piazza delle Sei Contrade, dove sarà gustato il mach, piatto a base di polenta e salsicce che in Aprica è legato a feste e giorni speciali.

Orari e programma della manifestazione resteranno quelli già definiti, con la partenza del corteo prevista alle ore 20.00: per la contrada Dosso il punto  di ritrovo sarà alla fontana di Via Panoramica, per Santa Maria nel piazzale della chiesa, per San Pietro dalla fontana di via Ospitale, per Liscedo dalla parte alta della contrada, per Liscidini a Cà di Pom, per Mavigna all’imbocco di via Mavigna. A guidare i cortei saranno i gruppi con costumi tradizionali, che si ritroveranno in piazza Palabione e da lì raggiungeranno piazza delle Sei Contrade per la festa conclusiva e il Mach.