Chiavenna

Giornate FAI Primavera: siti aperti in Valchiavenna e Valdidentro

Redazione VN – 22 Marzo 2024

Chiavenna, Cultura, Valchiavenna

Chiesa San Cristoforo Valdidentro

Sabato 23 e domenica 24 marzo si potranno scoprire i tesori dei due territori

Ad accompagnare i visitatori "ciceroni" d'eccezione

CHIAVENNA/VALDIENTRO – Valchiavenna e Valdidentro saranno protagoniste questo fine settimana delle Giornate FAI Primavera, rendendo accessibili al pubblico i loro tesori per due giorni, sabato 23 e domenica 24 marzo, attraverso aperture straordinarie e visite guidate

Chiavenna torna a ospitare l’iniziativa dopo 16 anni, aprendo sei luoghi solitamente chiusi ai visitatori: Palazzo Pestolazzi Luna, Chiesa di San Bartolomeo, Palazzo Pretorio, Ex Convento dei Cappuccini, Crotto Nivalis e Chiesa di Loreto. Ad accompagnare gli avventori nei diversi siti storici, culturali e religiosi della città di Chiavenna gli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci” e dell’Istituto Professionale “Crotto Caurga”. E’ consigliabile partire con il tour dall’Ex Convento dei Cappuccini: qui i volontari FAI spiegheranno la storia di Chiavenna, del chiostro e dell’organizzazione delle due giornate. Punto di riferimento durante l’evento sarà il banco FAI in Piazza Bertacchi, dove domandare informazioni o chiedere chiarimenti.

I siti di Chiavenna saranno accessibili sabato dalle 14-18 e domenica dalle 10-13 e dalle 14-18. Negli stessi orari aperto anche il Castello Grumello a Montagna in Valtellina. Accompagneranno alla scoperta dei suoi segreti gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico ‘Carlo Donegani’ di Sondrio.

Riflettori puntati anche sulla Valdidentro dove si potranno svolgere una serie di attività gratuite e senza prenotazione: visita guidata alle chiese S. Cristoforo di Premadio, S. Abbondio di Semogo e alla centrale idroelettrica di Rasin; intermezzi musicali a cura del Coro polifonico femminile LaReit presso la chiesa di San Cristoforo; apertura della Mostra fotografica con immagini dell’Alta Valle 1894-1901 (Archivio D’Albertis Museo delle Culture del Mondo) presso la chiesa di Sant’Abbondio a Semogo. A ricoprire il ruolo di ‘Apprendisti Ciceroni’ gli alunni dell’Istituto Martino Anzi di Valdidentro.

“Ai ragazzi delle classi 4° elementare e 1° media di Valdidentro va il nostro ringraziamento per essersi messi in gioco con entusiasmo, insieme al corpo docente che li ha accompagnati nel percorso di preparazione all’evento. Un sentito ringraziamento anche ai volontari della Delegazione del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) di Bormio e Alta Valtellina che hanno seguito da vicino l’organizzazione di questa importante iniziativa, con il supporto di Comune e Pro Loco”, comunicano dall’Amministrazione locale.

In tutta Italia saranno 750 i siti aperti in 400 città per far scoprire il ricco patrimonio di storia, arte e natura dell’Italia. Chi è iscritto al FAI o si iscrive in loco avrà accesso prioritario. Gli iscritti, inoltre, possono beneficiare dell’ingresso esclusivo ai luoghi a loro riservati, se previsti, e di visite speciali su tutto il territorio nazionale. E’ possibile iscriversi sul nostro sito e nel weekend dell’evento anche in piazza!

Per scoprire le aperture della Delegazione FAI di Sondrio cliccare qui. Per informazioni sondrio@delegazionefai.fondoambiente.it. E’ importante consultare con attenzione la scheda descrittiva di ciascun luogo per conoscere le modalità di partecipazione.