Livigno

Conclusa la 4^ edizione del progetto “Summer On the Road”

Lorenzo Colombo – 7 Agosto 2023

Alta Valtellina, Attualità, Livigno

On The Road Livigno

Alla regia l’associazione Ragazzi On the Road di Bergamo in collaborazione con il Comune di Livigno

LIVIGNO – Si è conclusa con successo la quarta edizione del progetto “Summer On the Road”, un’iniziativa promossa dall’Associazione Ragazzi On the Road di Bergamo, presieduta da Egidio Provenzi, e supportata dal Comune di Livigno, attraverso la Polizia Locale, in collaborazione con il CiAGi. Il progetto ha coinvolto 8 giovani dai 16 ai 18 anni, i quali hanno vissuto un’esperienza unica nei panni di Polizia Locale, Forze dell’Ordine e Soccorritori, con l’obiettivo di promuovere in particolare la sicurezza stradale e sensibilizzarli sugli aspetti cruciali della guida responsabile.

Già dalla sua prima edizione, voluta 4 anni fa dal Comune di Livigno, il progetto “Summer On the Road” ha dimostrato di essere una iniziativa efficace e concreta nella promozione della sicurezza e della legalità tra i giovani. In 16 anni di vita, il progetto ha coinvolto oltre 1000 studenti nelle province lombarde di Bergamo, Brescia, Sondrio e Varese, dove l’educazione “On the Road” si è affermata come uno strumento prezioso che agisce sulla consapevolezza dei giovani.

L’edizione estiva appena conclusa, svoltasi nei due weekend del 28-29-30 luglio e 4-5-6 agosto a Livigno, ha visto ancora una volta i partecipanti impegnati sul campo, sulle ambulanze e in strada, avvicinandoli direttamente alla realtà delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine e dei Soccorritori. Grazie alla dedizione del sindaco Remo Galli e dell’assessore Cristina Rupani, i giovani hanno avuto l’opportunità di comprendere i pericoli e le sfide che si affrontano sulla strada, sia di giorno che di notte.

“Crediamo che sia uno dei progetti più importanti che facciamo sul nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Galli – È bello vedere cosa le Forze dell’Ordine fanno e capire cosa succede dall’altra parte in modo da permettere ai ragazzi di capire quali sono le principali problematiche che si affrontano nei pubblici uffici. Alla fine di questo progetto ho visto ragazzi migliori e impegnati per la nostra comunità”.

On The Road Livigno

L’assessore Rupani ha invitato i ragazzi a diventare “influencer della sicurezza”, condividendo le loro esperienze e promuovendo l’educazione tra i coetanei: “Abbiamo bisogno che voi ragazzi continuate a raccontare quello che vivete e che creiate un rapporto di fiducia tra i vostri coetanei. In modo da diventare dei moltiplicatori di educazione”.

Durante il primo weekend, i giovani protagonisti, guidati da Michele Ricetti, educatore e coordinatore del CiAGi di Livigno, hanno affiancato con lo staff dell’Associazione tutte le realtà coinvolte nel progetto, dalla Polizia Locale ai tecnici del Soccorso Alpino, dai Volontari dei Vigili del Fuoco alla Guardia di Finanza e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane che sorvegliano il Passo del Foscagno. Nel secondo weekend, è stata organizzata una speciale notte di controlli “On the Road” con la Polizia Locale, un’attività significativa (tenutasi sotto la pioggia) per comprendere il corretto comportamento alla guida, come ha sottolineato il comandante Christian Bergamo: “Abbiamo fatto numerosi controlli su strada con i ragazzi, abbiamo ritirato patenti per alcool, abbiamo sequestrato veicoli per mancata assicurazione. Stando con noi, ed in pattuglia, i giovani testano di persona cosa vuol dire fare prevenzione in questo campo”.

“L’esperienza non vogliamo resti solo un ricordo, ma che possa diventare l’occasione per migliorare la propria quotidianità ed esperienza di vita. In questi anni abbiamo notato un cambiamento in tal senso da parte di alcuni giovani che hanno preso parte al progetto” ha detto Michele Ricetti.

Tra le testimonianze dei teenager partecipanti emerge l’importanza dell’iniziativa e la consapevolezza acquisita: “È un progetto interessante per capire cosa sta dietro a tutto ciò che riguarda i soccorritori e le forze dell’ordine – ha affermato Alessia Rodeschini – Mi ha colpito il grande lavoro di squadra, ho capito che per certe mansioni se non si collabora, e non si comprende, non si riesce a giungere al fine”, ha dichiarato Pietro Nana che, al termine dell’esperienza, ha deciso di fare parte dello staff dell’Associazione come altri ragazzi e ragazze in questi anni.

“Livigno, a cui siamo grati come Associazione, è una località unica nel suo genere e sicura. Con il suo impegno, anche in questo progetto, dimostra di non essere una zona franca per la sicurezza stradale e la prevenzione” chiosa Alessandro Invernici, giornalista e fondatore del format educativo “On the Road” per il quale ha recentemente ricevuto l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica da parte del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

“Per noi rappresenta un’iniziativa impattante, coinvolgente. Come ragazzi abbiamo bisogno di stimoli e On the Road è una esperienza forte, che ci il segno, che ci aiuta a capire l’importanza della vita, il senso delle regole, a conoscere i pericoli per evitarli. Pertanto, con questo progetto, vorremmo essere un faro della guida responsabile e sicura, degli “influencer” – come ci è stato chiesto – della prevenzione facendo divenire famosa la nostra pittoresca località anche per l’attenzione ai pericoli di tutti i giorni” commenta Claudio Galli, giovane referente del progetto a Livigno.

L’esperienza “On the Road” – che ha già ispirato diverse tesi di laurea e che ha suscitato “vocazioni” in Polizia Locale, Forze dell’Ordine e Soccorritori – si è rivelata un’iniziativa efficace per promuovere la sicurezza stradale tra i giovani, educandoli a una guida responsabile e consapevole. Il Comune di Livigno, l’Associazione Ragazzi On the Road e tutte le Istituzioni coinvolte si sono detti soddisfatti dell’impegno e dell’entusiasmo dimostrato dai partecipanti. In Alessandro Invernici e la sua associazione, durante la conferenza stampa di chiusura del progetto estivo, tenutasi presso la sede istituzionale in Plaza dal Comun, si riconferma la determinazione di proseguire in questa direzione per costruire una società più sicura e responsabile estendendo ulteriormente il progetto anche in provincia di Sondrio.

Hanno preso parte al progetto, nel dettaglio: Comune e Comando di Polizia Locale di Livigno, Comando Stazione Carabinieri Livigno, Comando Stazione Carabinieri Nucleo Forestale di Bormio, Vigili del Fuoco del distaccamento volontari di Livigno, AREU Agenzia Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia – Casa della Sanità, Agenzia delle Dogane di Tirano S. o. T. e Guardia di Finanza del Passo del Foscagno, Soccorso Alpino di Livigno, Carosello 3000 e Mottolino Fun Mountain: qui i ragazzi “On the Road” hanno potuto affiancare i soccorritori degli impianti invitando molti giovani a scaricare l’app “salvavita” del NUE 112 di cui l’Associazione è testimonial.

 

TAG: