Sondrio

‘Sunà da Mars’ e ‘Ciamà l’erba’: a suon di campanacci il risveglio della natura

Federica Lassi – 24 Febbraio 2024

Attualità, Centro Valtellina, Sondrio

Sunà da Mars Aprica

Tradizioni popolari pronte a riecheggiare e richiamare la primavera in diverse località valtellinesi

Aprica, Teglio, Lanzada, Traona e Val Masino in festa

SONDRIO – Risvegliare la natura dopo il lungo inverno, preludio del duro lavoro in campagna che di lì a poco comincerà, ‘Sunà da Mars’ e ‘Ciamà l’erba’ romperanno a suon di campanacci la quiete di diverse località valtellinesi per richiamare la primavera.

Feste popolari molto antiche, che non hanno smesso di essere protagoniste nei territori dove la vita contadina, per quanto sia fortemente cambiata, è ancora ben radicata. Da questo fine settimana, e anche il prossimo, i campanacci risuoneranno forsennatamente per la valle invitando l’erba a ricrescere dalla terra.

VAL MASINO

Già domani, domenica 25 febbraio, il rito prenderà vita in Val Masino con la sfilata dei campanacci in abito tradizionale che partirà dal Piazzale della Chiesa di Cataeggio alle ore 19.00. Per tutte le sere successive, fino a venerdì 1 marzo, il rito della chiamata dell’erba sarà rievocato, toccando le contrade di Cataeggio e Filorera.

Sabato 2 marzo, sempre dal Piazzale della Chiesa di Cataeggio, comincerò il pomeriggio ‘a trà so’ (raccogliere): dalle ore 15.00 i giovani del paese busseranno alle porte delle case per raccogliere ingredienti/offerte per la polenta cunscia, recitando una filastrocca popolare. Alla sera, dopo la Santa Messa, si gusterà il tipico piatto all’Asilo Vecchio di Cataeggio.

Ma la festa non sarà finita qui: domenica 3 marzo andrà in scena ‘Marzaro’ con tante attività aperte a tutti, a cominciare dal mercatini di artigianato locale, la 2° esposizione della pecora Ciuta e di altre razze, e il filo di lana di Pecora Ciuta di Silvana Cerasa che racconterà il territorio e le tradizioni con dimostrazione della filatura. Tutto questo dalle ore 10.00 presso l’area Centro Sportivo San Martino. Numerosi i laboratori per famiglie previsti, dedicati al formaggio, alla lana e all’alpenstock (il bastone dei montanari).

Arricchiranno ulteriormente la giornata un piccolo brunch offerto dall’Associazione Operatori e Alpini Val Masino, l’apertura nel pomeriggio del Museo Vallivo, la scoperta della Val Masino, giochi e merenda con il pastore.

Chiamata all'erba Val Masino

APRICA

Sente fortemente il ‘Sunà da Mars’ il territorio di Aprica: divisi in gruppi, la gente del posto si sposterà tra le varie contrade seguendo un itinerario definito e facendo risuonare i soliti campanacci.

La partenza è prevista sabato 2 marzo alle ore 20, questi i ritrovi e i percorsi:
  • CONTRADA DOSSO: ritrovo alla fontana di Via Panoramica, Via Dosso, Via Panoramica in direzione della Chiesa di S. Pietro, Via Stelvio, Via Bernina, Via IV Novembre poi corteo con S.Pietro;
  • CONTRADA SANTA MARIA: ritrovo sul piazzale della Chiesa di Santa Maria Assunta, Via Valtellina, Corso Roma, Via Magnolta, Via Europa, Piazza Palabione;
  • CONTRADA LISCEDO: ritrovo a Liscedo Alto, Via Ganda, Curnascia, Via Liscidini, Via Madonna poi corteo con S. Maria;
  • CONTRADA SAN PIETRO: ritrovo alla fontana di Via Ospitale, Via Tonale, Via Europa, Via Valeriana, Via Nazionale, Corso Roma, Via Spluga, Via Europa, Piazza Palabione;
  • CONTRADA LISCIDINI: ritrovo a Cà di Pom, Via Liscidini, Via Madonna, poi corteo con S. Maria;
  • CONTRADA MAVIGNA: Ritrovo imbocco Via Mavigna, Via Italia, Via Boaresch, Via Magnolta poi corteo con Liscedo, Liscidini e Santa Maria.

Dopo essersi riuniti in Piazza Palabione, i partecipanti alla manifestazione voluta dalla Pro Loco proseguiranno verso Piazza delle Sei Contrade, dove potranno gustare il mach, a base di polenta e salsicce, piatto tipico delle feste.

TEGLIO

Anche Teglio risponde presente all’appello e si unisce al coro di campanacci del ‘Sunà de Mars’: organizzatore il Gruppo Alpini di San Giacomo di Teglio che attenderà gli abitanti in via Crotti, nella frazione di San Giacomo vicino al parco giochi, alle ore 14.15 di domenica 3 marzo per poi cominciare la fragorosa ‘Sampugnada’. La sfilata si concluderà al campo alpino a San Sebastiano dove saranno offerti dolci e bevande calde a tutti i Sampugnè.

Suna da mars Teglio

LANZADA

Venerdì 1 marzo campanacci in festa anche a Lanzada. Come da programma, la sfilata per risvegliare l’erba comincerà dal Campo Sportivo di Tornadri per continuare lungo le vie del paese, alle ore 14.30. Ad attendere i partecipanti una merenda con cioccolata e biscotti presso il Palazzo scolastico. Dopodiché la cena, alle ore 19.30, con polenta taragna, salsicce e formaggio accompagnata dal suono delle fisarmoniche. Per prenotare la cena: Giorgio 335 7566755, Milena 349 5795713, Simona 328 4187982.

Festa dei campanacci Lanzada

TRAONA

Fanalino di coda Traona: anche qui non mancherà il corteo rumoroso e festoso dei campanacci, con ritrovo in Piazza Caduti a onorare l’antica tradizione e incoraggiare il risveglio della natura alle ore 14.00. Invitati a prendervi parte soprattutto bambini e ragazzi. Durante la camminata ci saranno anche esperti che faranno conoscere in maniera divertente ai giovani partecipanti la vita del prato, attraverso le loro spiegazioni.

Arrivati al al Polifunzionale, ad attenderli ci sarà il gruppo anziani per raccontare come avveniva ai loro tempi la chiamata dell’erba. A chiudere la giornata giochi a squadre e merenda.

Questo evento è realizzato all’interno del bando EHI RAGA! finanziato da Regione Lombardia per promuovere attività per bambini e ragazzi, parteciperanno anche il coro del Gallo e il gruppo I MARZIROO di Villatico.

Ciamà l'erba Traona