Sondrio

Infermieri. Nuove assunzioni per sopperire alla mancanza di personale

Redazione VN – 8 Febbraio 2024

Centro Valtellina, Sanità, Sondrio

Ospedale Morelli Sondalo

Continua senza sosta il reclutamento di ASST Valtellina e Alto Lario

Otto posti disponibili all'Ospedale di Sondalo per infermieri liberi professionisti e pensionati

SONDRIO – “Con gli infermieri la sanità migliora”, è questo il messaggio scelto per divulgare l’avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, rivolto a infermieri liberi professionisti da destinare ai reparti di degenza del Presidio Ospedaliero di Sondalo, pubblicato oggi, giovedì.

Un’interessante opportunità che l’Asst Valtellina e Alto Lario offre nell’intento di contrastare le problematiche legate alla carenza di personale infermieristico e garantire i servizi agli utenti. L’iniziativa, del tutto innovativa per le modalità, è rivolta agli infermieri liberi professionisti, ai pensionati interessati a proseguire l’attività, sia italiani che stranieri, per otto posti in totale. Le nuove assunzioni, che si stanno completando in queste settimane, a seguito dell’ultimo concorso, hanno coperto le necessità dei presidi di Morbegno, Chiavenna e Dongo, solo in parte dell’Ospedale di Sondrio, lasciando invece scoperti i posti all’Ospedale di Sondalo, dove, rispetto al 2020, mancano 80 infermieri.

Il problema è noto e l’impegno di Asst Valtellina e Alto Lario nel reclutamento non conosce sosta, attraverso concorsi e bandi. I laureati della sede di Faedo dell’Università degli Studi di Milano Bicocca sono in numero limitato, quindi il ricambio sugli infermieri che maturano i requisiti per la pensione negli ospedali del territorio non è garantito.

Tonino Trinca Colonel
Tonino Trinca Colonel, direttore delle professioni sanitarie e sociosanitarie 

“La situazione all’Ospedale Morelli continua a essere molto critica – sottolinea il direttore delle professioni sanitarie e sociosanitarie Tonino Trinca Colonel -: la carenza di personale infermieristico ci costringe a continue riorganizzazioni per garantire tutti i servizi agli utenti. Grazie all’impegno e alla disponibilità dei nostri infermieri riusciamo a sopperire ma abbiamo assoluto bisogno di personale: mi auguro che questo bando favorisca l’ingresso di liberi professionisti e di pensionati pronti a mettersi in gioco“.

È previsto un impegno di 36 ore settimanali e l’Asst Valtellina e Alto Lario mette a disposizione alloggi a titolo gratuito nel presidio, fino a esaurimento delle disponibilità. Sono richiesti la Laurea triennale in Infermieristica o il Diploma universitario di infermiere e l’iscrizione all’albo professionale di uno dei dei Paesi dell’Unione Europea. L’avviso è quindi esteso agli infermieri in possesso di titolo di studio e iscrizione all’albo all’estero per l’esercizio temporaneo della professione sanitaria di infermiere e agli operatori in pensione. Per questi ultimi l’incarico avrà una durata di sei mesi.

Gli interessati possono scaricare il bando sul sito web aziendale, www.asst-val.it, nella sezione “Albo on line”, alla voce “Avvisi e concorsi”.