Sondrio

Nuova Sondrio Calcio, è di nuovo testa a testa con il Mapello

Federica Lassi – 18 Marzo 2024

Centro Valtellina, Sondrio, Sport

Nuova Sondrio Calcio Tribiano

Con la vittoria di ieri a Tribiano biancazzurri e bergamaschi a pari merito in vetta

A regalare la festa a squadra e tifosi subito il goal di Martinez, poi purtroppo infortunato

SONDRIO – Solo una squadra durante questa stagione era riuscita a espugnare il campo del Tribiano. Da ieri, domenica, sono diventate due: la Nuova Sondrio Calcio è riuscita a imporsi per 1-0, nella sfida valida per l’11° giornata di ritorno del Campionato d’Eccellenza, contro un avversario ostico. La formazione milanese infatti è stata in grado nei passati scontri di racimolare gran parte dei suoi punti in casa, mettendo in difficoltà anche le grandi, perdendo solo una partita lo scorso novembre. Stavolta però le cose sono andate diversamente.

A mandare in visibilio tifosi e società subito il goal di Martinez al 1′, risultato che si è mantenuto tale per tutto il primo tempo dove i ritmi sono stati sempre alti e le occasioni tante, tra cui una rete per fuorigioco annullata a Busto. Purtroppo l’autore della rete di vantaggio, Martinez, sul finale è stato costretto a uscire per infortunio.

Dopo la ripresa la Nuova Sondrio è riuscita a preservare il vantaggio. Tre punti e vetta della classifica raggiunta, ancora una volta accanto al Mapello, entrambe a 57 punti, dal quale la squadra di mister Bolzan spera presto di staccarsi, magari già domenica 24 marzo alla Castellina contro il Vis Nova. Il match alle ore 14.30.

Immancabile il sostegno durante la partita di Grupp Sasèla e Boys Sondrio, che con cori e tamburi hanno incoraggiato i giocatori. Grande festa dunque sul campo e sugli spalti, dove è comparso anche uno striscione per il portiere Rodriguez, da poco diventato papà di un bimbo, Donato.

Ai microfoni anche mister Bolzan elargisce solo parole positive per la squadra: “Sapevamo che l’avversario di oggi era tosto, eravamo consapevoli delle difficoltà che avremmo potuto incontrare. Tuttavia ero sereno perché ho visto i ragazzi allenarsi bene durante la settimana in vista del match, sapevo che erano preparati. Un applauso va a loro, sono stati molto bravi”.