Sondrio

Nuovo Codice della Strada, via libera della Camera: tutte le novità

Redazione VN – 27 Marzo 2024

Attualità, Centro Valtellina, Sondrio

Polizia di Stato

Se anche il Senato approverà, le nuove regole entreranno in vigore per l'estate

Misure più severe per chi guida sotto alcool, droghe o usa il cellulare. Obbligo di targa e assicurazione per i monopattini

SONDRIO – La Camera ha dato il via libera al disegno di legge per la riforma del Codice della Strada, un provvedimento fortemente voluto dal Ministro Matteo Salvini. Con 163 voti favorevoli e 107 contrari il testo passerà ora alla votazione in Senato: se non ci saranno modifiche, le novità entreranno in vigore per l’estate.

Il disegno di legge cambierà le regole della circolazione stradale: tra le novità previste dalla riforma, pene più severe per chi guida dopo aver assunto alcol o droghe e per chi utilizza il cellulare alla guida senza vivavoce. Per i monopattini,  invece, saranno obbligatori targa, assicurazione e casco. Patente sospesa per chi passa con il semaforo rosso o guida in contromano. Vediamo le principali novità:

Cellulari alla guida: scatta la sospensione della patente

Il disegno di legge prevede il ritiro della patente da 15 giorni fino a due mesi e un multa di oltre 1.600 euro per chi guida usando il cellulare. In caso di recidiva la sanzione ‘lievita’ sopra i 2.500 euro e il ritiro della patente potrà arrivare fino a tre mesi a cui si aggiunge la decurtazione dei punti (fino a 10).

Alcol e droghe

Per quanto riguarda la guida in stato di ebbrezza, chi è recidivo potrà mettersi alla guida solo se il livello di alcol nel sangue è pari a zero. Inoltre avrà l’obbligo di installare in auto l’alcolock, un dispositivo che impedisce l’avviamento dell’auto se il tasso è superiore.

La novità principale riguarda la guida sotto effetto di sostanze stupefacenti: il nuovo Codice della Strada prevede che, per chi viene trovato positivo al test, scatti la sospensione immediata della patente e successiva revoca, col divieto di conseguirla per tre anni.

Neopatentati

Per i primi tre anni al conseguimento della patente B (e quindi non più per soli 12 mesi), i neopatentati non potranno utilizzare vetture di grossa cilindrata. Viene però innalzata la potenza massima delle auto che possono guidare: per tutti i mezzi M1 (ossia autoveicoli adibiti al trasporto di persone, con massa complessiva entro 3,5 t) si passa da 70 a 105 kW, nonché da 55 kW/t di potenza/tara a 75 kW/t

Monopattini

I monopattini dovranno essere muniti di indicatori luminosi di svolta e freno ma anche di un contrassegno di riconoscimento (una targa), mentre i conducenti dovranno utilizzare casco e avere un’assicurazione, pena una multa fino a 400 euro.