Sondrio

Sondrio. Castello Masegra punta sulla realtà virtuale per attirare nuovi visitatori

Redazione VN – 21 Febbraio 2024

Centro Valtellina, Cultura, Sondrio

Castello Masegra Sondrio

Il museo Cast selezionato dalla Fondazione Kainòn per avviare l'innovativo progetto

Obiettivo implementare l'offerta e renderla più appetibile

SONDRIO – Una realtà museale che cresce con le attività che promuove e i progetti che lancia, che amplia i suoi orizzonti aprendosi alla realtà virtuale. Con il progetto “Cast. Un museo che cresce”, il Castello delle storie di montagna, il museo multimediale ospitato a Castello Masegra, a quasi cinque anni dalla sua inaugurazione, punta sull’innovazione a partire dal rinnovamento dei contenuti e dal rafforzamento del suo ruolo di luogo fisico di promozione della cultura alpina.

Presentato sul bando “LevelUp. La tecnologia al servizio dei nuovi modelli di sostenibilità economica dei musei”, il progetto del Comune di Sondrio è stato selezionato da Fondazione Kainòn tra gli otto che accedono al percorso di accompagnamento per la realizzazione. “Questa è una grande opportunità di crescita per il nostro Cast – sottolinea l’assessore alla Cultura, Educazione e Istruzione Marcella Fratta -, che ci permetterà di migliorare sia grazie alla progettualità guidata dagli esperti della Fondazione Kainòn sia con l’ingresso in una rete di realtà museali prestigiosa”.

Il progetto presentato punta a rafforzare l’immagine di Cast come luogo della cultura alpina e dell’educazione ambientale di montagna mediante la valorizzazione e l’implementazione dell’offerta, la diversificazione e l’allargamento dei pubblici, l’incremento delle relazioni e delle collaborazioni con enti e istituzioni, locali e non. Un museo reso più attrattivo per il pubblico appassionato e per i giovani innovando i percorsi di visita per il tramite della realtà virtuale, arricchendo i temi e le modalità di racconto della montagna, integrando i servizi digitali per mantenere la relazione con Cast oltre la visita.

Un luogo di produzione culturale legato all’ambiente, partendo da uno dei tre livelli originari del museo, la “A” di ambiente, e valorizzando una risorsa unica nel suo genere nel panorama nazionale, ovvero il Centro documentazione aree protette, istituito nel 1997, che raccoglie le centinaia di documentari e di audiovisivi di Sondrio Festival, la Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi.

Un inizio promettente, certificato dalla selezione operata da Fondazione Kainòn che ha scelto il progetto sondriese tra i migliori otto fra tutti quelli presentati. “LevelUp. La tecnologia al servizio dei nuovi modelli di sostenibilità economica dei musei” è il bando per i musei ideato e promosso da Fondazione Kainòn per rafforzare le organizzazioni museali nella loro capacità di dare vita a progetti di innovazione digitale sostenibili nel tempo, integrati nell’offerta, che utilizzano la tecnologia anche come strumento per generare nuovi flussi di entrate. È realizzato con l’Osservatorio innovazione digitale per la cultura del Politecnico di Milano.