Tirano

Tirano: più di 2 milioni di euro per riqualificare la città

Lorenzo Colombo – 4 Agosto 2023

Alta Valtellina, Politica, Tirano

Franco Spada

Approvato il Bilancio di Previsione 2023-2025

Il sindaco: “Sono soddisfatto dei dati di bilancio del nostro Comune che ci consente di programmare ulteriori investimenti”

TIRANO – Il Consiglio Comunale di Tirano, nel corso della seduta di lunedì scorsi, 31 luglio, ha approvato il Bilancio di Previsione 2023-2025 che prevede la verifica degli equilibri e l’assestamento al bilancio 2023-2025.

Soddisfazione per il sindaco Franco Spada che ha dichiarato: “In anni complessi come quelli passati, con ovvie riduzioni di entrate al bilancio del Comune, a causa della passata epidemia Covid, del consistente aumento delle spese energetiche a seguito della guerra in Ucraina e dell’inflazione che colpisce ogni cittadino, conservare, un bilancio sano ed in equilibrio a parità di tassazione locale non è cosa scontata. Questo consente anche per il futuro il mantenimento dei servizi a cui siamo abituati, senza dover effettuare dei tagli, in particolare, sulla spesa sociale. Per questo sono soddisfatto dei dati di bilancio del nostro Comune che ci consente di programmare ulteriori investimenti con certezza di risorse economiche e senza fare debiti. Non è un caso infatti che, quest’anno, l’approvazione dei bilanci dei comuni sia stata spostata al 15 settembre 2023 proprio per la difficoltà delle tante realtà italiane a far fronte alle spese degli ultimi difficili anni”.

Diversi gli interventi previsti con fondi comunali per 1.480.000 euro oltre a finanziamenti esterni per 880.000 euro: dalla riqualificazione di alcune zone della città, alle manutenzioni e agli adeguamenti degli edifici comunali, alle manutenzioni delle strade, investimenti per la mobilità sostenibile e l’efficienza energetica, come anche per la messa in sicurezza di zone a rischio idro-geologico.

Nello specifico, l’Amministrazione Comunale ha espresso la necessità di attivare con immediatezza le somme stanziate per avviare diversi importanti interventi. Fra i primi vale la pena di citare la riqualificazione di Viale Cappuccini che prevede un riordino generale dell’area in particolare nella zona di accesso all’Auditorium e alla Palestra e sul viale stesso con la rimozione degli ippocastani malati e relativa sostituzione.

Sempre nell’ambito di riassetto urbano, si collocherà il progetto di creazione di una pista ciclabile che attraversa la città come prolungamento del Sentiero Valtellina, che ad oggi di fatto si interrompe a Tirano, dal punto di arrivo nei pressi all’argine Poschiavino fino all’uscita dalla città lungo l’argine dell’Adda.

Il rifacimento della pavimentazione di Via Venosta, storica via tiranese che conduce alla Porta bormina, sarà un intervento di riqualificazione del centro storico ma al tempo stesso legato ai lavori di ampliamento della rete di teleriscaldamento che investiranno sia abitazioni private che il tanto atteso collegamento degli impianti sportivi della piscina, del bocciodromo e del tennis, un intervento rilevante in termini di efficientamento energetico e di maggiore sostenibilità della Città.

Nel piano di investimenti non mancano le scuole con fondi destinati all’acquisto di nuovi arredi e, sempre in ottica di efficienza energetica, l’installazione di un impianto fotovoltaico alle scuole Trombini. A favore delle scuole ma non solo, la manutenzione straordinaria della palestra Trombini che interverrà sui bagni e sulla pavimentazione per ridare smalto alla palestra più usata della città.

In ambito di riqualificazione della città, sono previsti fondi per incarichi professionali per rivedere l’assetto di Piazza delle Stazioni da attuare dopo la sperimentazione della zona pedonale attualmente in corso, per completare le opere in corso di realizzazione al Parco degli Olmi e fondi comunali a integrazione dei fondi regionali per la rigenerazione urbana destinati alla riqualificazione del Foro Boario, area che finalmente si avvia ad essere sbloccata. Infine, non mancheranno interventi anche più ordinari di asfaltature strade in alcune zone della città.

Rinnovata dal Consiglio comunale anche la convenzione per la gestione dei campi da tennis comunali, dati in gestione all’Associazione Sportiva Dilettantistica Tennis Club Tirano, che nel corso dell’anno ha visto un numero significativo di iscritti (109 di cui 84 residenti). Su questo impianto sportivo, il Comune di Tirano oltre al già citato collegamento al teleriscaldamento che consentirà un notevole risparmio in termini di riscaldamento ha stanziato anche le risorse economiche per mettere in sicurezza l’area esterna, da tempo in attesa di riqualificazione.