Piuro

‘Voci d’Italia 2023’: per Piuro due successi nel bando, dietro solo a Roma

Federica Lassi – 13 Novembre 2023

Cultura, Piuro, Valchiavenna

associazione UT insieme vocale-consonante

Nel bando 'Cori e Bande' vincenti il Comune e l'associazione UT insieme vocale-consonante

Il progetto dedicato alle 'Città Visibili' è stato decretato il migliore d'Italia

PIURO – Doppio successo e soddisfazione per il paese di Piuro: nel bando ‘Cori e Bande’ del Ministero della Cultura sia il Comune che l’associazione UT insieme vocale-consonante sono riusciti ad aggiudicarsi un finanziamento.

Grazie alla proficua collaborazione con la rete di 13 comuni italiani, il Comune di Piuro ha ottenuto un contributo di 131.000 euro. Un grande risultato che certifica per il terzo anno consecutivo la bontà dei progetti culturali che i comuni di Piuro, Gignod (Ao), Nus (Ao), Borgo Valsugana (Tn), Quincinetto (To), Parma, Villa Minozzo (R.E.), Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese (Bo), San Giovanni Valdarno (Ar), Fano (Pu), Cosenza, Mogliano (Mc), Meana Sardo (Nu) sotto la direzione artistica del Maestro Lorenzo Donati hanno potuto realizzare, ovvero sviluppo delle progettualità corali e bandistiche di grande respiro che consentono la partecipazione attiva della popolazione con particolare attenzione alla formazione dei più giovani.

Ministero della Cultura bando Comune di Piuro 'Cori e Bande'
La graduatoria del bando ‘Cori e Bande’

Queste risorse ripartite sui vari comuni partner hanno consentito la realizzazione delle stagioni culturali dei comuni e permetterà inoltre di guardare con fiducia al futuro affinché questa rete di enti possa ulteriormente crescere e unire sotto l’unica bandiera della coralità nazionale il meglio che l’Italia può dare dal punto di vista corale.

Oltre al Comune, come detto, anche UT insieme vocale-consonante è risultato vincente con un progetto dedicato alle ‘Città Visibili’,  in testa come progetto migliore d’Italia, coordinato da Raffaella Panatti. E così Piuro nella graduatoria del bando è citata ben due volte: dietro solo al Comune di Roma aggiudicatario di tre progetti.